Giustino Borzacchiello

Una nuova avventura

2020-03-23

Mi ero detto che avrei pubblicato questo post appena la situazione si fosse normalizzata. Ma visto che non so quando succederà, ho deciso di pubblicarlo adesso.


Il 13 marzo scorso, è stato il mio ultimo giorno di lavoro da dipendente: ho deciso di aprire un’azienda insieme a Giuseppe.

L’ho raccontato a diverse persone prima di scriverlo qui, e tutte mi hanno fatto auguri e mi hanno detto “sarà più difficile di come credi, stai attento, non sai mai cosa aspettarti quando fai l’imprenditore”.

Ora, io ho cercato di immaginarmi vari scenari possibili, ad esempio mi son detto che se in un anno l’azienda non avesse ingranato mi sarei reintrodotto facilmente nel mondo del lavoro, ecc. ecc.

Certo, vi assicuro, in nessuno di quegli scenari tra gli imprevisti possibili c’era una pandemia.

Quindi eccomi qui, dopo un salto che pensavo fosse calcolato e invece lo scarto era più alto di quello che pensavo.

Chiaramente non siamo riusciti ancora a costituire l’azienda, poiché non è saggio avventurarsi da un notaio in questi giorni, quindi l’avventura si prospetta interessante fin da subito! 💪

Cosa farò?

Al momento siamo in fase di definizione, ma quello che posso dire è che ci occuperemo di Product Design, ovvero User Experience e User Interface di prodotti digital.

Non ci focalizzeremo sullo sviluppo, ma avremo un ruolo più di supporto per i team di dev.

So che può sembrare strano, ma io ho sempre detto che scrivere codice era sia il mio hobby che il mio lavoro. Adesso mi resterà solo come hobby, diventerò un developer who designs e imparerò come fare l’imprenditore (che non mi sembra poca roba: chi mi conosce può immaginarmi immerso in uno studio matto e disperato con millemila tab aperte e libri su libri su libri…su libri).

Cosa stai facendo adesso che è tutto bloccato?

Beh effettivamente quello che stiamo vivendo non sembrerebbe il momento migliore per aprire un’azienda (o in generale per fare dei progetti a lungo termine). Ma forse anche no.

Nel senso che, in questo periodo un po’ surreale, ci stiamo dedicando a tutta una serie di cose che secondo me avremmo sorvolato se fossimo stati presi dal vortice delle commesse e dei clienti in un momento “normale”.

Cose come definire la Mission e la Vision aziendale, stabilire il flusso dei processi interni ed esterni, studiare come gli altri hanno portato avanti le loro agenzie, lavorare sui collateral di vendita e preparare il sito, pensare alla Customer Value Journey… Queste sono solo alcune delle attività in cui ci stiamo impegnando in questi giorni.

E poi ho intenzione di riprendere a scrivere qui.

Negli ultimi sei anni sono passato da essere l’unico sviluppatore di un prodotto, ad essere uno tra 15 sviluppatori, ad essere un engineering manager di vari team di dimensioni e skill diverse e mi piacerebbe raccontare le cose che ho imparato durante questo percorso (se vi interessa, vi potete iscrivere alla newsletter sotto questo post oppure al feed RSS).


Insomma, quest’anno si prospetta impegnativo, ma credo che imparerò tantissimo: sto già prendendo appunti per il mio TED talk “I started a company during a pandemic and survived” 😅

Al prossimo post!